1975: il '68 delle donne

Nel 1975 le manifestazioni e le iniziative del movimento femminista raggiungono il loro apice, tanto che quell'anno verrà soprannominato "il '68 delle donne".

Nell'autunno del '75, ad esempio, apre in via Dogana la Libreria delle Donne: nuovo punto di riferimento dei gruppi femministi milanesi, divenuta in poco tempo di interesse nazionale.

in: Quinta puntata di "Il femminismo a Milano" a cura di Lea Melandri. 

 

 

Luogo: 
Anno: 
Contesti: 
Campi di memoria: 

Collettivo cinema Femminista

 

Nel Collettivo, come promotrice, Annabella Miscuglio, nata a Lecce e scomparsa a Roma (1938 - 2003) Ha iniziato a lavorare nel cinema realizzando cortometraggi sperimentali di ricerca sulla luce, sulla forma e sul colore e divulgati in tutto il mondo. Nel 1967 fu tra i fondatori del Filmstudio. Nel 1976 organizzò il primo festival delle donne, «Kinomata» un festival che rese visibile in tutto il mondo il lavoro della regia femminile. 

 

Luogo: 
Anno: 
Parole chiave: 
Contesti: 
Campi di memoria: 

Autonomia come collettivizzazione dell'autocoscienza

Il femminismo è un movimento eterogeneo, entrato imprevisto nella storia. Non ha senso criticarlo come spontaneista dal momento che non è una dottrina ma un processo. Teniamo presente il positivo della spontaneità. Il punto di fondo del femminismo è l' aver capito che presa di coscienza e pratica femminista non sono due momenti separati.

Luogo: 
Anno: 
Parole chiave: 
Campi di memoria: 

Pagine

Abbonamento a generAzioni RSS