Voglia di Vincere - 1983

StampaInviaPDFEPUB

l'eco della lettura del SOTTOSOPRA 1983 in un volantino del Coordinamento delle Studentesse


leggi tutto il SOTTOSOPRA verde sul sito della

 Libreria delle Donne di Milano


Gennaio 1983

PIÙ DONNE CHE UOMINI

non si tratta più di discriminazione - voglia di vincere - estraneità -solitudine dell'emancipata - sessualizzare i rapporti sociali
- la lotta per l'agio -contro il separatismo statico - un mondo comune delle donne - creare un precedente di forza -
alla luce di un desiderio vivo



voglia di vincere

C'è dentro di noi una voglia di stare al mondo da signore, in grande, di avere con le cose una sicura familiarità, di trovare di volta in volta i gesti, le parole, i comportamenti conformi al nostro sentimento interno e rispondenti alla situazione, di andare fino in fondo nei pensieri, nei desideri, nei progetti. La chiameremo voglia di vincere. Vincere nel mondo su tutto ciò che ci rende insicure, instabili, dipendenti, imitatrici. E però non tradire niente di quello che siamo, neanche quello che per ora parla solo in maniera fallimentare. Per cominciare, vincere sulla paura della propria voglia di vincere. Quest'ultima si presenta, quando si presenta, come qualcosa di abnorme, quasi senza oggetto e senza rapporto con gli strumenti a nostra disposizione. Nell'esperienza dello scacco la riconosciamo come qualcosa di fallimentare ma, nello stesso tempo, di insopprimibile. Possiamo parlare del nostro scacco e tentare di capire quello che vuol dire, fino in fondo, perché in questi anni di lotta politica abbiamo spostato l'accento sui nostri desideri. Il movimento delle donne ha fatto rinascere la baldanza perduta con l'infanzia. In esso troviamo un punto di riferimento per diventare quello che siamo e volere quello che vogliamo. Abbiamo dentro di noi una voglia di vincere che ci paralizza invece di portarci avanti perché non trova riscontro nelle possibilità offerte da questa società, a prescindere da ogni forma di discriminazione. La società dovrà forse cambiare a causa di questo.

 

leggi tutto il SOTTOSOPRA verde sul sito della
 Libreria delle Donne di Milano

Luogo: 
Anno: 
Campi di memoria: