Si dice donna -Quando il femminismo entrò in TV

StampaInviaPDFEPUB

Si dice donna

- Quando il femminismo entrò in TV - 

 

 

Il Movimento delle donne e l'informazione nell'anno della rivolta. E il 1977 quando Massimo Fichera, socialista, direttore di Rai2, accetta la sfida di produrre un programma che, per la prima volta nella storia della televisione, affronti la "questione femminile". Il femminismo, che in quegli anni riempie le piazze, approda così anche sul piccolo schermo, arriva senza mediazioni nelle case degli italiani. Nasce Si dice donna.
 
Un gruppo di donne provenienti da esperienze diverse: giornaliste di Noi donne e di Effe, storiche del femminismo, responsabili di associazioni, creatrici di riviste di filosofia delle donne, dirigenti dell'Udi, giovani donne che in seguito saranno
chiamate a ricoprire importanti ruoli istituzionali, culturali e politici si riunisce attorno al progetto di Tilde Capomazza. Una redazione di donne unita dalla comune attiva partecipazione al movimento femminista. Esperienza breve (nel 1981 il programma verrà cancellato dai palinsesti) e contrastata, ma nello stesso tempo una avventura culturale e politica del tutto originale e di grande risonanza i cui esiti investirono milioni di telespettatori.
 
(da 1977, quando il femminismo entrò in TV di Loredana Cornero)
https://www.libreriauniversitaria.it/1977-quando-femminismo-entro-tv/lib...
 

 

 

 

Si dice donna - Album Duras (Alessandra Bocchetti, 1982)

 

 

Le donne di Nichelino (Torino) - 1977

Luogo: 
Anno: 
Contesti: 
Campi di memoria: